Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

VI Giornata della ricerca italiana nel mondo

L’Ambasciata d’Italia a Ottawa, il Consolato Generale d’Italia a Montréal e gli Istituti Italiani di Cultura di Montréal e di Toronto celebrano la Giornata della ricerca italiana nel mondo (GRIM).

Prevista per il 15 aprile – data di nascita di Leonardo da Vinci – la GRIM intende dare visibilità a tutte le ricercatrici e a tutti i ricercatori italiani all’estero, valorizzando il loro contributo nei più diversificati settori della scienza e dell’innovazione.

Per questa sesta edizione 2023, l’Istituto Italiano di Cultura di Montréal e il Consolato Generale d’Italia a Montréal organizzano un incontro dedicato alle tematiche della Ricerca e dell’Innovazione in Artico.

Martedi 18 Aprile 2023, ore 18:30
Istituto Italiano di Cultura
1200, Av. du Dr. Penfield
Montréal (QC), H3A 1A9

Evento in lingua inglese

L’Artico, regione a bassissima densità abitativa ma ricca di considerevoli risorse, è il luogo dove i cambiamenti climatici sono mediamente quattro volte più veloci che in altre regioni del mondo e hanno impatti ambientali, sociali ed economici elevatissimi. Poiché le sfide scientifiche, sociali ed economiche associate all’artico sono immense, la ricerca è di fondamentale importanza e gli scienziati svolgono un ruolo cruciale nella collaborazione e nella cooperazione fra paesi.

L’Italia vanta una storia ultracentenaria in Artico che, dalla spedizione del Duca degli Abruzzi del 1899 e dalle missioni di Umberto Nobile del 1926 -28, è proseguita attraverso l’azione di esploratori e scienziati che hanno dedicato la vita alla ricerca scientifica ed allo studio dei popoli del Nord. Dal 1990 Università ed enti di ricerca (CNR, ENEA, INGV, OGS) hanno operato nella regione, con risultati di elevato livello scientifico. Questo contributo alla ricerca in Artico, assieme all’interesse economico di alcune importanti imprese (quali ad esempio ENI, e-Geos e Fincantieri), ha costituito la base della richiesta formulata al Consiglio Artico per ottenere per l’Italia lo status di Paese osservatore. Richiesta accettata nel 2013.

Lo scopo dell’incontro è quello di valorizzare il contributo allo studio dell’Artico degli enti di ricerca Italiani, dei ricercatori e delle aziende italiane e le potenzialità delle collaborazioni bilaterali.

Intervengono:

  • Daniele RegisRicercatore Scientifico al Geological Survey of Canada
  • Vito VitaleDirigente di Ricerca all’Istituto di Scienze Polari (ISP) del CNR di Bologna
  • Norman T. O’NeillProfessore alla Sherbrooke University

L’incontro sarà animato da Costanza Conti, Addetto Scientifico all’Ambasciata Italiana di Ottawa.

Prenotazione non più disponibile

  • Tag:
  • N