Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

“E quindi uscimmo a riveder le stelle”: la musica e l’ispirazione di Dante Alighieri”. Una conversazione con M. Cecilia Berioli, Direttrice artistica di UmbriaEnsemble (#IICMONTREALWEBINARSERIES)

Data:

19/04/2021


“E quindi uscimmo a riveder le stelle”: la musica e l’ispirazione di Dante Alighieri”. Una conversazione con M. Cecilia Berioli, Direttrice artistica di UmbriaEnsemble (#IICMONTREALWEBINARSERIES)

L’Istituto Italiano di Cultura di Montréal, il Comitato di Montréal della Società Dante Alighieri e l’Associazione Regionale Umbra di Montréal sono lieti di presentare, in occasione delle celebrazioni del VII Centenario della morte di Dante Alighieri (1321-2021), il video concerto ideato e prodotto da Umbria Ensemble. Cecilia Berioli, Direttrice artistica di UmbriaEnsemble, dialoga con Francesco D’Arelli, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Montréal, e si diffonde sul progetto musicale, prodotto per lo stesso Istituto ed eseguito per la prima volta. Il progetto è anche uno degli eventi del programma sviluppato, grazie alla collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura di Montréal con il Centre d’études médiévales dell’Université de Montréal, McGill University e Concordia University, per celebrare il VII Centenario della morte di Dante Alighieri.

Lunedì, 19 aprile 2021, 15:00 (Montréal), 21:00 (Roma)

Registrazione obbligatoria

E quindi uscimmo a riveder le stelle è un concerto dal vivo (in live recording) con tre musicisti dell’UmbriaEnsemble (Viola, Violoncello e Pianoforte), in scena con voci narranti, sia in italiano che in francese, e musiche originali appositamente composte da Fabrizio De Rossi Re, Lucio Gregoretti e Mons. Marco Frisina.

Cecilia Berioli, diplomata in Violoncello al Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia, si è poi perfezionata in Musica da Camera con G.de Peyer e D. De Rosa (Trio di Trieste); in Violoncello con S. Palm (Roma, Lerici, Perugia, Bologna, Bern, Blonay-Vevey...) per il repertorio moderno e contemporaneo e per il repertorio classico con D. Grosgurin (Virtuosité, Geneve); e, a lungo, con A. Bonucci, sotto la cui guida ha brillantemente conseguito il diploma di Perfezionamento presso l’Accademia Musicale Pescarese, e, successivamente, il diploma di Perfezionamento in Violoncello con premio speciale presso l’Accademia Nazionale di S. Cecilia in Roma. Successivamente ha conseguito il Diploma di II Livello, indirizzo esecutivo/interpretativo, presso il Conservatorio di Perugia. È stata Primo Violoncello di diverse orchestre: Symphonia Perusina, Filarmonici Umbri, Il Gruppo di Roma, Orchestra Sinfonica di Perugia, Festival Sinfonietta, Orchestra Filarmonica dell’Umbria, I Solisti di Perugia. Dal 1995 al 2000 ha collaborato regolarmente con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI (Torino) sia partecipando all’attività istituzionale dell’Orchestra (Stagione Concertistica al Lingotto/Auditorium e tournées all’estero) che come membro dell’ensemble cameristico sviluppatosi in seno alla medesima Orchestra. Come solista ed in formazioni cameristiche, ha effettuato tournèe in Francia, Inghilterra, Germania, Belgio, Austria, Spagna, Svizzera, Polonia, Ungheria, Slovacchia, Portogallo, Bulgaria, Russia, Marocco, Malta, Grecia, Giappone, Bielorussia, Cipro, Stati Uniti, Cina, Birmania, Thailandia, Indonesia, Canada, Sudamerica, HongKong. Un’attività di successo coronata, nell’estate 2007, dall’invito a suonare in Quintetto con l’Imperatrice del Giappone Michiko al pianoforte. Ha registrato ed inciso, fra altro, per Raiuno, Raidue, Raitre, BMG, Sony, Brilliant Classics, Quadrivium, Dynamic, Tactus, UmbriaJazzRecord., La Maggiore/IMAIE, Giottomusic, Camerata Tokyo. Fra le sue molteplici attività, è dal 2011 Direttrice artistica UmbriaEnsemble. Da ultimo, le è stato attribuito il premio “Donna Sapiens” 2018 istituito da FIDAPA-BPW Italia e, nel 2019, il prestigioso Premio UmbriaRoma per il settore “Musica”.

UmbriaEnsemble, animata da solisti di chiara fama e cameristi di talento artistico, si presenta come un ensemble in costante ricerca musicale, definito dalla critica come “punta di diamante” dell’attuale produzione cameristica italiana, modulare e agile nell’organico: dal Trio all’Ottetto, fino alla compagine orchestrale con l’Orchestra da Camera “I Solisti dell’Umbria”. Fra altro, UmbriaEnsemble è stata invitata a rappresentare l’Italia con un Concerto a Bruxelles, Cercle Royale Gaulois in occasione del Semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea e ad esibirsi in un concerto per il Parlamento europeo a Strasburgo. UmbriaEnsemble è membro dell’Associazione Musica e Grande Guerra che opera nell’ambito della ricerca e promozione della Musica scritta nel periodo bellico con l’alto patrocinio della Struttura di Missione per la Commemorazione del Centenario della Prima Guerra Mondiale.

vvvvvxcxcv

 

Informazioni

Data: Lun 19 Apr 2021

Orario: Alle 15:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Montréal - Associa

In collaborazione con : Centre d’études médiévales dell’Université de Mont

Ingresso : Libero


1556