Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

E l’uomo incontrò il cavallo: Il cavallo e la società (#IICMONTREALWEBINARSERIES)

Data:

12/03/2021


E l’uomo incontrò il cavallo: Il cavallo e la società (#IICMONTREALWEBINARSERIES)

L’Istituto Italiano di Cultura di Montréal e il Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università degli Studi di Torino sono lieti di presentare la serie di webinar intitolata “E l’uomo incontrò il cavallo”. Il cavallo ha seguito la vita degli uomini e delle civiltà, sin dagli albori. Originario della steppa eurasiatica, all’inizio ha fornito all’uomo carne, latte e pelli e solo nell’età dei metalli è divenuto protagonista fra gli animali da tiro e principe per l’equitazione, segnando momenti memorabili nella storia militare e sportiva. La sua parte nella letteratura e nell’arte è sempre stata centrale, quella del nobile animale, rispecchiando interessi e passioni dei popoli. Le arti figurative hanno in ogni epoca rappresentato la sua bellezza: dalle figure equine lasciate dai primitivi sulle pareti delle grotte preistoriche sino ai cavalli dei mirabili monumenti equestri del Rinascimento italiano.

La serie di webinar “E l’uomo incontrò il cavallo”, ideata con il Prof. Domenico Bergero, Direttore del Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università degli Studi di Torino, si sviluppa in un programma ricco di temi scientifici, culturali, storico-artistici, sportivi… e di tante altre curiosità: tutto affidato alle parole e alla conoscenza di scienziati e studiosi italiani.

Venerdì, 12 marzo 2021, 15:00 (Montréal), 21:00 (Roma)

Registrazione obbligatoria

Il webinar, aperto e animato da Francesco D’Arelli, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Montréal, e dal Prof. Domenico Bergero, presenta le seguenti conferenze:

Mario Gennero, Il campionato del cavallo d’armi
Federico Caprilli elaborò un proprio “metodo” riguardante soprattutto l’addestramento dei cavalli e dei soldati della cavalleria. Il Capitano aveva nei suoi intenti la preparazione del binomio cavallo-cavaliere destinato alle armi a cavallo. Nel volgere di poco tempo cambiò radicalmente il modo di montare a cavallo. Gli allievi del Capitano con i loro successi insegnarono al mondo il “sistema”, conseguendo vittorie su vittorie. L’avventura comincia con il campionato del cavallo d’armi...

Domenico Bergero, Il cavallo nelle fotografie degli Alinari
Le foto di soggetto equestre dei Fratelli Alinari ci raccontano molto sia della società di fine ‘800 sia degli stessi animali, che in quel momento sono parte importante del paesaggio sociale. Dicono anche molto del rapporto tra uomo e cavallo in quel tempo, e della sensibilità verso gli animali, che ovviamente non è quella di oggi. Viene presentata, come caso studio, la fotografia “La Signora Marion Walsh con il suo cavallo”.

Ivo Zoccarato, La società italiana e l’impiego degli equidi quale forza lavoro, prima della meccanizzazione agricola
Saranno analizzati i più importanti cambiamenti, a far tempo dall’Unità d’Italia fino alla prima metà del Novecento, che hanno contraddistinto il passaggio dalla società prettamente rurale ad una preindustriale e con essa l’evoluzione dell’agricoltura e dell’allevamento. Particolare attenzione sarà posta all’uso degli equidi, nei diversi ambiti d’impiego, quale forza lavoro.

Mario Gennero si è laureato all’Università degli Studi di Torino. Giudice di salto ostacoli della FEI e consigliere del Comitato regionale Fise Piemonte, ha collaborato alle principali riviste del settore equestre, autore di pubblicazioni sui cavalli e sulla storia dell’equitazione italiana. Si occupa in particolare dell’equitazione del Rinascimento e dell’equitazione caprilliana.

Domenico Bergero, già cavaliere di concorso ippico, laureato con lode in Medicina Veterinaria a Torino. Ufficiale veterinario, ippiatra. Dal 1990 docente dell’Università di Torino, Professore ordinario dal 2009. Diplomato dello European College of Veterinary and Comparative Nutrition. Dal 2018 Direttore del Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università di Torino. Autore di circa 200 opere scientifiche (circa 70 citate da ISI web of Sciences), riguardanti la nutrizione animale, la gestione e la fisiologia del lavoro del cavallo sportivo.

Ivo Zoccarato, medico veterinario, già professore ordinario di Zoocolture e direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università di Torino. Cultore della Storia della Medicina Veterinaria e della Mascalcia con particolare riferimento al periodo compreso tra l’inizio dell’Ottocento e la prima metà del Novecento. Socio ordinario dell’Accademia di Agricoltura di Torino, socio fondatore dell’Associazione Italiana di Storia della Medicina Veterinaria e della Mascalcia. Autore di vari articoli a contenuto storico veterinario.

nuovau

Informazioni

Data: Ven 12 Mar 2021

Orario: Alle 15:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Montréal e il Dipa

Ingresso : Libero


1532