Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Dante Alighieri, una trilogia a fumetti per il VII centenario della morte

Data:

01/03/2021


Dante Alighieri, una trilogia a fumetti per il VII centenario della morte

Lo scorso autunno la redazione della casa editrice Kleiner Flug, specializzata in graphic novel con al centro le biografie di artisti illustri, personaggi storici e adattamenti letterari, è stata ospite dell’Istituto Italiano di Cultura di Montréal per raccontare l’attività della casa editrice, all’interno della XX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo intitolata “L’italiano tra parola e immagini: graffiti, illustrazioni, fumetti”.

Da quell’incontro sono nati i semi di un progetto ambizioso quanto entusiasmante. Il progetto, ideato, sostenuto e promosso dall’Istituto Italiano di Cultura di Montréal e dall’editrice Kleiner Flug, è quello di raccontare, dopo l’amore trattato in “Dante Alighieri, Amor mi mosse”, quelli che sono gli altri tre grandi temi del Sommo Poeta: l’amicizia, la politica e l’esilio.

E oggi vi presentiamo il primo atto di questa trilogia, il volume “Primo de li miei amici”, che vedrà ai testi la coppia che ha battezzato la precedente pubblicazione dantesca della casa editrice, la biografia “Dante Alighieri, Amor mi mosse”: Alessio D’Uva e Filippo Rossi, mentre ai disegni troveremo Angelica Regni, autrice per Kleiner Flug di “Enrico IV”.

Non a caso, questa storia parte proprio da “Amor mi mosse” e parla del rapporto tra Dante Alighieri e il suo più caro amico: Guido Cavalcanti.

L’amicizia fra Dante Alighieri e Guido Cavalcanti nasce nel 1283. Accomunati dalla convinzione che solo i “cuori gentili” (e cioè nobili) possono provare amore e quindi, di conseguenza, che l’amore non può trovare sede in cuori volgari, ritengono che la poesia d’amore debba dunque rivolgersi solo ad un pubblico selezionato di gentili. Su queste basi, fondano lo Stil Novo.

Un'amicizia saldissima e basata su alti ideali che purtroppo si deteriora col tempo, proprio per colpa di quello che li aveva uniti: la poesia d'amore. Guido ha infatti una visione dell'amore irrazionale e fisica, scevra da ogni influenza spirituale. L'esatto contrario di Dante che, come sappiamo, farà dell'amore strumento di rettitudine il fulcro della sua opera più famosa, la Divina Commedia.

A fianco potete vedere la bozza di copertina e le prime pagine, dove compare la celebre “visione d’amore” menzionata nei versi di “A ciascun’alma presa e gentil core”. Dante, in seguito a questa “visione”, si sveglia nel cuore della notte mosso dal desiderio insopprimibile di mettere su carta ciò che ha visto…

“Primo de li miei amici” avrà al centro non solo il rapporto d’amicizia tra Dante e Guido Cavalcanti, ma tratterà in forma visiva le tante sfumature letterarie del dolce Stil Novo delle origini.

I profili social della casa editrice

Facebook: https://www.facebook.com/kleinerflug/ 

Instagram: https://www.instagram.com/kleinerflug/ 

kleinerflug

Informazioni

Data: Da Lun 1 Mar 2021 a Dom 14 Mar 2021

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Montréal - Kleiner

Ingresso : Libero


1533