Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

«Il Genio Vagante», Chiara Gamberi - Moscerini: piccoli e preziosi coadiuvanti della ricerca.

Data:

22/02/2018


«Il Genio Vagante», Chiara Gamberi - Moscerini: piccoli e preziosi coadiuvanti della ricerca.

La serie d’incontri, intitolata «Il Genio vagante: Italiani di arte, lettere, scienze... nel mondo», è uno spazio di confronto e di dialogo culturale che l’Istituto Italiano di Cultura ha concepito esclusivamente per i giovani italiani nel mondo. Italiani che, al di là di ogni orientamento, sono portatori di saperi accumulati in Italia e che nel diffonderli seguono, anche a loro insaputa, una disposizione o una vocazione di antica origine: lo scambio generoso di cultura, confortato da un vivo senso di umana comprensione.

22 Febbraio 2018, 18:00 - Entrata libera
Istituto Italiano di Cultura di Montreal
1200 Av. du Dr Penfield
Conferenza in lingua italiana

Il moscerino della frutta, Drosophila melanogaster, e’ studiato da piu’ di 100 anni da genetisti di tutto il mondo grazie al suo breve ciclo generativo, le vaste risorse per studi genetici create da una comunita’ scientifica dinamica e alla sua facilita’ di coltura in laboratorio senza bisogno di strutture di contenimento complesse o dispendiose. L’assegnazione di sei premi Nobel per ricerche condotte con la drosofila comprova la validita’ del moscerino per la biomedicina. Con il 75% di conservazione genetica tra l’uomo e la drosofila, gli studi in drosofila hanno permesso di dipanare la complessita’ di meccanismi molecolari normali e patologici troppo complicati per essere studiati nei vertebrati. In questa conversazione raccontero’ dei nostri recenti progressi di ricerca e di come abbiamo costruito il primo modello di malattia policistica renale in drosofila per studiare precisamente i complessi meccanismi genetici della malattia. La PKD e’ piuttosto frequente e colpisce 66,000 canadesi e, mondialmente, 12.5 milioni di persone. Non esiste cura per la PKD, in parte perche’ non se ne conosce il meccanismo molecolare.

Chiara Gamberi ottenne una laurea con lode in Scienze Biologiche con specialita’ in Genetica Molecolare presso l’universita’ di Pavia con una tesi sulla caratterizzazione molecolare di un minicromosoma soprannumerario patologico. Segui’ un dottorato in Biologia e Patologia Molecolare e Cellulare alla Facolta’ di Medicina dell’universita’ di Verona e lo European Molecular Biology Laboratory di Heidelberg con studi funzionali comparativi di proteine che interagiscono con gli acidi ribonucleici (RNA). Trasferitasi all’Universita’ del Texas a Austin e, infine, all’universita’ McGill, CG ha continuato a occuparsi di come la regolazione dell’RNA influenzi lo sviluppo e l’adattamento fisiologico animale. Attualmente Affiliate Assistant Professor of Biology alla Concordia University e Visiting Professor all’Université de Montréal, CG ha recentemente iniziato un programma di ricerca sulla malattia policistica renale (PKD) stabilendone il primo modello nel moscerino della frutta Drosophila melanogaster per permettere lo studio dei meccanismi molecolari della formazione di cisti renali che sono tuttora sconosciuti.

Informazioni

Data: Gio 22 Feb 2018

Orario: Alle 18:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Montréal

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura di Montréal 1200, Av.

1030