Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

2ª Settimana della Cucina italiana – Martina Orlandi “Rabbia in Pentola: in Difesa del Realismo Gastronomico”

Data:

24/11/2017


2ª Settimana della Cucina italiana – Martina Orlandi “Rabbia in Pentola: in Difesa del Realismo Gastronomico”

Nell'ambito della 2ª Settimana della Cucina italiana, che si svolgerà dal 20 al 26 novembre 2017, promossa dal MAECI (Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale) MIUR (Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca) e dal MIPAAF (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali), l’Istituto Italiano di Cultura di Montreal presenta la conferenza “Rabbia in Pentola: in Difesa del Realismo Gastronomico” a cura di Martina Orlandi.

La conferenza fa parte della serie d’incontri, intitolata «Il Genio vagante: Italiani di arte, lettere, scienze... nel mondo», che è uno spazio di confronto e di dialogo culturale che l’Istituto Italiano di Cultura ha concepito esclusivamente per i giovani italiani nel mondo. Italiani che, al di là di ogni orientamento, sono portatori di saperi accumulati in Italia e che nel diffonderli seguono, anche a loro insaputa, una disposizione o una vocazione di antica origine: lo scambio generoso di cultura, confortato da un vivo senso di umana comprensione.

24 Novembre 2017, 18:00 - Entrata libera
Istituto Italiano di Cultura di Montreal
1200 Av. du Dr Penfield
Conferenza in lingua inglese

I Latini erano soliti dire de gustibus non est disputandum, lasciando ad intendere la natura soggettiva dei nostri gusti i quali, di conseguenza, non possono essere oggetto di dispute. Nonostante il detto latino sia accettato dai piu’, molti sembrano ignorarlo quando si tratta di formulare giudizi gastronomici. In materia di cibo, per esempio, non esitiamo a biasimare chi apprezza piatti che consideriamo disgustosi, o chi preferisce sorseggiare quella che consideriamo una pessima birra. Tali reazioni non sembrano sposarsi col detto latino, bensi’ sembrano presupporre un realismo gastronomico di fondo –la concezione secondo cui ci sono cibi o bevande che sono oggettivamente buoni o pessimi. Nella mia presentazione intendo difendere il realismo gastronomico e suggerire che, per alcuni aspetti, la teoria si rivela anche piu’ plausibile del tanto diffuso realismo morale. Inoltre intendo mostrare che una caratterizzazione attenta del realismo gastronomico mostra come le reazioni sopra citate non siano fuori luogo, bensi’ appropriate alla suddetta concezione meta-gastronomica.

Martina Orlandi e’ una dottoranda in Filosofia a McGill University sotto la supervisione dei Prof. Sarah Stroud e Ian Gold. I suoi interessi di ricerca includono la filosofia della mente e dell’azione, in particolare fenomeni di irrazionalita’ motivata. E’ membro del Gruppo di Ricerca Interuniversitario sulla Normativita’ (GRIN) e parte del progetto di ricerca sul concetto di validita’ in psicometria finanziato dal FRQSC sotto la supervisione del Prof. Eran Tal. Attualmente sta lavorando alla sua tesi sul fenomeno di uscita dall’autoinganno (i.e. self-undeception).

Informazioni

Data: Ven 24 Nov 2017

Orario: Alle 18:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Montréal

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura di Montréal 1200 Av.

1011